"LE CHIESE DEL TERREMOTO" #4

Oggi il percorso di NUME attraverso “LE CHIESE DEL TERREMOTO” #4 fa tappa a Visso, in località Borgo Sant'Antonio (MC). La chiesa di Sant'Antonio, che già era sopravvissuta a numerosi sismi nel corso degli anni, è stata definitivamente distrutta dal terremoto del 24 agosto 2016.

 

La chiesa di Sant’Antonio Abate sorge in frazione Borgo Sant'Antonio. Fu eretta 1349 su un fondo del Capitolo lateranense, dal quale dipese per molti anni. L’ingresso alla chiesa è preceduto da un portico, ricostruito dopo il 1858 a seguito del crollo del 25 agosto di quello stesso anno, causato da una violenta alluvione.

La chiesa presenta un portale in pietra bianca realizzato nel 1513 da un ignoto artista lombardo sul cui architrave è inciso il nome del priore e dei committenti dell’opera.

L’interno, a croce latina ed a unica navata, venne restaurato nel 1952 e conserva un altare barocco , mentre nell’abside è collocato un Crocifisso ligneo del XVI secolo, opera di intagliatori vissani.

Nel 1953 Padre Guido d’Assisi decorò le pareti e la volta del presbiterio con angeli, Buon Pastore ed i simboli degli Evangelisti, affiancati a motivi geometrici e floreali stilizzati. Lo stesso artista decorò l’arco trionfale e l’interno della nicchia sulla parete di fondo del presbiterio.

L'edificio era stato già danneggiato il 26 settembre 1997 a causa di un sisma. Furono immediatamente realizzati dei lavori che permisero di mettere in sicurezza la struttura ed il 6 agosto del 1999, la Conferenza di Servizi approvò il progetto di restauro delle parti lesionate.

 

 

Le condizioni dell'edificio dopo il sisma del 24 agosto 2016

Scrivi commento

Commenti: 0