...

NUME (NUovo MEdioevo), Gruppo di Ricerca sul Medioevo Latino, nasce a Firenze nel 2015 con l'obiettivo di accrescere, promuovere e diffondere la conoscenza del patrimonio culturale medievale, in tutte le sue declinazioni, con particolare attenzione all'area europea occidentale. A questo scopo, in collaborazione con istituzioni pubbliche e private, nonché con professionisti e studiosi in Italia ed Europa, pubblica articoli scientifici di settore, organizza periodicamente convegni dedicati, porta avanti progetti interdisciplinari, cura la pubblicazione di collane scientifiche, fornisce supporto e servizi alla ricerca. 

NUME (NUovo MEdioevo), Research Group on Latin Middle Ages, was born in Florence in 2015 aiming to enhancing, promoting and spreading the knowledge of the medieval cultural heritage in all its forms, with particular attention to the Western European area. To this end, in collaboration with public and private institutions, as well as with professionals and scholars in Italy and Europe, publishes scientific articles, regularly organizes conferences dedicated, carries on interdisciplinary projects, publishes scientific series, provides support and services to research.


IN EVIDENZA

IL PROGETTO "CARE" E GLI EDIFICI DI CULTO DELLA PROVINCIA DI AVELLINO (IV-X SECOLO)

Battistero, Basilica paleocristiana, Mirabella Eclano (AV)
Battistero, Basilica paleocristiana, Mirabella Eclano (AV)

Consuelo Capolupo

 

(titolo originale: Gli edifici di culto della provincia di Avellino tra IV e X secolo. Il progetto CARE (Corpus Architecturae Religiosae Europeae): metodologia, applicazione e risultati, in "II Ciclo di Studi Medievali", Atti del Convegno, Firenze 27-28 Maggio 2017, pp. 217-238)

 

 

L’architettura religiosa altomedievale, oltre ad avere una notevole ed intrinseca valenza storico-artistica ed essere un importante ambito di studio per approfondire l’analisi delle tecniche edilizie e del cantiere di costruzione, è, o meglio potrebbe essere, se adeguatamente studiata, una chiave per agevolare la comprensione delle dinamiche insediative e di popolamento e, quindi, per capire i cambiamenti che, con modalità e tempi diversi, si sono succeduti nel corso dei secoli sull’intero continente europeo. L’edilizia cristiana, inoltre, se indagata insieme al suo contesto, potrebbe essere letta come una testimonianza concreta di credenze, ideologie e gerarchie dei gruppi sociali e dell’universo intangibile legato, indissolubilmente, alle strutture.

leggi di più 0 Commenti

"DIVINA GRAZIA", UN NUOVO INCONTRO A PISTOIA

leggi di più 0 Commenti

PAGINE AMICHE