...

NUME (NUovo MEdioevo), Gruppo di Ricerca sul Medioevo Latino, nasce a Firenze nel 2015 con l'obiettivo di accrescere, promuovere e diffondere la conoscenza del patrimonio culturale medievale, in tutte le sue declinazioni, con particolare attenzione all'area europea occidentale. A questo scopo, in collaborazione con istituzioni pubbliche e private, nonché con professionisti e studiosi in Italia ed Europa, pubblica articoli scientifici di settore, organizza periodicamente convegni dedicati, porta avanti progetti interdisciplinari, cura la pubblicazione di collane scientifiche, fornisce supporto e servizi alla ricerca.

 

§

 

NUME (NUovo MEdioevo), Research Group on Latin Middle Ages, was born in Florence in 2015 aiming to enhancing, promoting and spreading the knowledge of the medieval cultural heritage in all its forms, with particular attention to the Western European area. To this end, in collaboration with public and private institutions, as well as with professionals and scholars in Italy and Europe, publishes scientific articles, regularly organizes conferences dedicated, carries on interdisciplinary projects, publishes scientific series, provides support and services to research.


IN EVIDENZA

PROVINCE E MAESTRI PROVINCIALI TEMPLARI NEL MEZZOGIORNO ITALIANO (1169-1312)

Redazione

 

Segnaliamo il volume "Province e maestri provinciali templari nel Mezzogiorno italiano (1169-1312)", ultimo lavoro dello storico Vito Ricci, pubblicato da Edit@ casa editrice e libraria, Taranto 2017, pp. 144, euro 14,00.

 

Il Mezzogiorno italiano vide una significativa presenza dell’Ordine templare dai primi decenni successivi alla sua fondazione e sino allo scioglimento. In quest’area geografica furono presenti due Province, unità amministrativo-territoriali nelle quali era articolata l’organizzazione dell’Ordine. Lo stanziamento templare nel Mezzogiorno era dettato da due motivazioni principali: la possibilità di usufruire di porti per l’imbarco verso la Terrasanta e la disponibilità di terre per produrre frumento e altri prodotti necessari per i rifornimenti in Outremer. La Puglia e la Sicilia rappresentavano il granaio per la Terrasanta e senza le derrate alimentati qui prodotte le Crociate sarebbero state molto difficili, se non proprio impossibili. Nel presente lavoro si prendono in esame le due Province templari (quella di Apulia, che abbracciava l’interno Mezzogiorno continentale e risultava essere quella di più antica fondazione, e la Sicilia) e la loro evoluzione nel corso dei secoli XII-XIV.

leggi di più 2 Commenti

NUME PER IL VI CONVEGNO NAZIONALE DELLA FEDERARCHEO

Redazione

 

 

Il Gruppo di Ricerca NUME ha concesso il suo patrocinio culturale al VI Convegno nazionale della Federazione Italiana Associazioni Archeologiche (FederArcheo). Titolo dell'evento sarà Le Presenze longobarde nelle Regioni d’Italia; oggetto fondamentale, la promozione della conoscenza di tutte le realtà, soprattutto minori, che conservano tracce archeologiche, storiche, monumentali, artistiche e architettoniche dell’epoca longobarda.

 

Il Convegno è anche l’occasione per presentare nuove interpretazioni, interrogativi e scoperte, in ambito locale e non, creando un’occasione di dibattito e confronto multidisciplinare fra studiosi e cultori di diversa specializzazione ed estrazione. Un’attenzione particolare sarà riservata all’archeologia sperimentale, all’editoria e all’ambito del reenactment.

 

Il Convegno si terrà l’11 e 12 novembre 2017 a Castelseprio e Gazzada Schianno (VA). Sede del convegno sarà Villa Cagnola.

 

E' già stata aperta la CFP per partecipare, con scadenza per l'invio delle domande entro il 15 Maggio. Qui tutte le informazioni:
https://convegnolongobardi2017.wordpress.com/

leggi di più 0 Commenti

PAGINE AMICHE